Sabato 2 ottobre, nella sede di via Margherita di Savoia, la sezione comunale Avis di Alba ha inaugurato i due nuovi automezzi acquistati grazie alla generosità di tante persone. A benedire l’autoemoteca e il furgone, prima di entrare ufficialmente in servizio, è stato Don Lino Mela. La cerimonia si è svolta alla presenza di tutti coloro che hanno contribuito a vario titolo alla causa.

Il 2020 è stato, infatti, l’anno in cui è stata portata avanti l’importante campagna di raccolta fondi per la sostituzione dei due mezzi, entrambi indispensabili per le donazioni nei gruppi non dotati di locali idonei e regolarmente accreditati.

Gli automezzi sono utilizzati anche per il progetto “L’autoemoteca va a scuola”, avviato nel 2019 con lo scopo di organizzare le donazioni direttamente negli istituti scolastici superiori della città, aiutando le nuove generazioni a comprendere l’importanza di donare il sangue e contribuendo a diffondere tra gli studenti la cultura della salute e degli stili di vita sani come requisito di idoneità per diventare i donatori di domani.

Anche l’ASL CN2 ha manifestato interesse per il progetto, ritenendolo coerente con i suoi obiettivi in tema di educazione sanitaria e inserendolo nel “Catalogo progetti di promozione ed educazione alla salute per le scuole del territorio dell’ASL CN2” per lo scorso anno scolastico e per quello in corso.

Per poter sostituire gli automezzi, a fine 2019, è iniziata una significativa campagna di raccolta fondi presso le fondazioni di origine bancaria, le aziende del territorio, i comuni dove è presente una sezione e i benefattori privati per raggiungere l’importo previsto di circa 150.000,00 euro.

Grazie alla professionalità dell’azienda MASTERVAN S.r.l. di Siracusa, l’autoemoteca è stata realizzata nei tempi previsti e secondo le condizioni contrattuali, tant’è che lo scorso mese di agosto è stata regolarmente accreditata dai competenti uffici regionali. Da ottobre verrà utilizzata per i prelievi in modo più sicuro sia nei paesi sia nelle scuole. Parallelamente, è arrivata la possibilità di sostituire anche il furgone, appendice dell’autoemoteca, che consente di trasportare il materiale sanitario (bilance e relativi supporti) e i prodotti alimentari per il ristoro dei donatori.

L’Avis di Alba è nata nel 1949 e consta di 18 gruppi dislocati nei territori di Langhe e Roero; i donatori attivi nel 2020 sono stati più di 2700 e le sacche raccolte 4484. L’andamento medio nell’ultimo decennio è stato di 4585 sacche. Questi numeri collocano il sodalizio al primo posto nella provincia di Cuneo per donatori e sacche raccolte.

Sin dalla sua costituzione, grazie ai donatori, ai dirigenti e a tutti i collaboratori, l’Avis di Alba ha portato avanti la sua mission, ovvero, rendere efficiente, efficace e ininterrotta la sensibilizzazione al dono, la chiamata dei donatori e la raccolta del sangue, dando così il suo modesto ma importante contributo al Sistema Sanitario Nazionale.

Un dato su tutti può far meglio comprendere quanto è stato fatto in questi 72 anni di storia durante i quali sono state raccolte oltre 204.000 unità, tra flaconi e sacche, per un totale di circa 60.000 litri di sangue e plasma donato. Nonostante l’emergenza sanitaria, nel 2020 la raccolta è stata molto positiva, con un importante aumento rispetto all’anno precedente sia delle sacche raccolte sia dei donatori, soprattutto giovani, un trend costante continuato anche nei primi mesi dell’anno in corso. Era dal 2013 che non si realizzavano questi numeri e, dopo due anni di calo, finalmente la raccolta è in rialzo.

Unica nota dolente, sottolineata anche nel corso della cerimonia, la carenza di personale medico, ulteriormente peggiorata a causa del Covid-19 per la necessità di destinare maggiori risorse alla vaccinazione della popolazione. Gli effetti si sono già sentiti dall’inizio di quest’anno, con il rischio comunicato dell’Avis Intercomunale “Arnaldo Colombo” di Torino che organizza la raccolta nella sezione albese di annullare alcune uscite in calendario per mancanza di medici per formare le equipe. Per questo motivo, insieme all’Avis Provinciale e Regionale presenti sabato, è stato lanciato un appello unanime perché si ponga rimedio a questa situazione, senza rendere vani tutti gli sforzi delle associazioni impegnate nella promozione e sensibilizzazione al dono del sangue.

Qui di seguito il GRAZIE dell’Avis di Alba a chi ha concesso un contributo per l’acquisto dei mezzi e a chi ha collaborato a raggiungere l’obiettivo.

Il Senatore Tomaso ZANOLETTI, da decenni amico dell’Avis albese e il primo a versare un generoso contributo.
Il Senatore Marco PEROSINO per il suo interessamento e sostegno alla causa.
Il Governatore del Piemonte Alberto CIRIO, per il suo concreto aiuto.
La Fondazione CRT per il contributo concesso, nella persona del Presidente Giovanni QUAGLIA.
La Fondazione CRC per il contributo concesso, nella persona del Presidente Giandomenico GENTA. Un ringraziamento particolare al Dott. Giuliano VIGLIONE, Presidente dell’Associazione Commercianti Albesi, per il suo fondamentale supporto quando era Vice-Presidente della Fondazione CRC.
La Fondazione Compagnia di San Paolo di Torino per il contributo concesso, nella persona del Presidente Francesco PROFUMO.
Il Sindaco del Comune di Alba, Carlo BO e l’Assessore alle Politiche sociali, Elisa BOSCHIAZZO per il contributo per l’autoemoteca e per un ulteriore contributo per le spese straordinarie sostenute per l’emergenza Covid-19.
I Sindaci dei Comuni di Langhe e Roero che hanno compiuto uno sforzo importante concedendo un contributo per il progetto, oltre al costante e indispensabile sostegno ai gruppi per lo svolgimento della raccolta nei paesi dove è presente la nostra sede.
L’Ambulatorio San Paolo di Alba.
La Sig.ra Ivana BRIGNOLO.
La famiglia SEBASTE titolare dell’omonima azienda, con sede in Grinzane Cavour.
L’azienda DROMONT S.p.A. di Grinzane Cavour.
La Società EGEA S.r.l. di Alba.
L’azienda PROMIO UTENSILI di Alba.
L’azienda INSICO Engineering di Alba.
Il GRUPPO DIMAR con l’insegna MERCATO’. di Roreto di Cherasco.
La FONDAZIONE FERRERO e la famiglia FERRERO.
La tipografia L’ARTIGIANA di Alba.
L’azienda STROPPIANA S.p.A. di Alba
L’azienda S.I.E.C.I.P. S.r.l. di Piobesi d’Alba.
L’azienda BORIO MACCHINE AGRICOLE di Alba.
L’azienda EDILTAGLIO di Guarene.
L’azienda AVL PRO Engineering di Alba.
Il Gruppo Alpini di Feisoglio.
Il Rotary Club Canale Roero, nella persona del Presidente Enrico CONTERNO e del Prefetto Ing. Sergio SORDO, per il contributo concesso quest’anno e per quello annunciato per il prossimo anno.
La Fondazione Internazionale Lions Clubs e al Lions Club Canale Roero, nella persona della Presidente, Sig.ra Teresa ASTEGIANO. Si ringrazia anche l’ex Presidente, il Dott. Giovanni SERVENTI, l’Avv. Antonio MORONE, il Dott. Gian COSTA e il Vice-Presidente Avis Alba Pierluigi BINELLO per aver collaborato, a vario titolo, per i contatti con la sede americana della fondazione e per le procedure di acquisto del nuovo autoveicolo. A tutti loro va un ringraziamento particolare per aver versato l’intera somma necessaria per l’acquisto del nuovo furgone.
Luciano GARELLO e i suoi collaboratori Simone e Serena GARELLO, Giulia ADRIANO e Cristina GONELLA, che si sono occupati della grafica dell’autoemoteca e del furgone.
L’ex consigliere dell’Avis albese, l’Avv. Roberto COSTAMAGNA, che ha coordinato e finanziato la realizzazione del video per la campagna di raccolta fondi; un ringraziamento particolare allo studio DRAGONFLY, di Filippo COSENTINO che si è occupato della parte audio e del brano per il video, che si intitola “SOUL”, composto dallo stesso Cosentino e concesso dalla casa editrice NAU.

Un GRAZIE particolare, infine, va a tutti i nostri donatori ed ai sostenitori che, con una offerta in sede, con un bonifico o con un assegno hanno versato un contributo.

>>>>>>>>>>>>>>>>>

News dagli ETS

<<<<<<<<<<<<<<<<<