Dopo le forzate sospensioni e successive riduzioni di attività dovute alle misure di restrizione messe in atto per contrastare la pandemia da Covid19, l’ACAT Cuneese ha ripreso ad accogliere, in maniera gratuita e anonima, chiunque bussi alla sua porta di via Felice Cavallotti 35 a Cuneo.

L’ACAT Cuneese (Associazione Club Alcologici Territoriali) è una organizzazione di volontariato che dal 1988 si pone al fianco delle persone con problemi correlati al consumo di alcol, e ai loro familiari.

L’associazione, in stretta collaborazione con le istituzioni locali, integrandosi in particolare con le attività del Servizio Dipendenze Patologiche dell’ASL CN1, aiuta a prendere coscienza della dipendenza da alcol tramite un’accoglienza e un’attività informativa finalizzate all’ingresso nei Club, gruppi di auto-mutuo-aiuto a cadenza settimanale, ai quali sono invitati a partecipare anche i familiari.

Attraverso tali attività, e in particolare gli incontri di Club, i diretti interessati e i loro familiari vengono accompagnati tra gioie e ostacoli verso la sobrietà, ossia non la semplice astensione dal “bere”, ma un vero e proprio cambiamento dello stile di vita: durante le riunioni settimanali ognuno parla di sé stesso e ascolta gli altri. Tutti possono dare e ricevere aiuto, senza timori e senza nascondersi.

All’interno dell’Associazione, accanto a volontari, alcuni dei quali professionisti del settore, operano anche persone che in passato hanno avuto problemi legati all’alcol, ed avendoli superati oggi sono impegnate a mettere a disposizione degli altri la loro esperienza.

L’ACAT è aperta a Cuneo il lunedì e giovedì dalle 16.30 alle 18.30 in via Cavallotti 35. Si può contattare l’associazione anche via email all’indirizzo Acatcuneo@gmail.com o telefonicamente al numero 3534393731 (telefono o Whatsapp).

>>>>>>>>>>>>>>>>>

News dagli ETS

<<<<<<<<<<<<<<<<<