Nella giornata di sabato 17 aprile, dopo sei giorni di quarantena, gli scrutatori hanno effettuato lo spoglio delle schede della votazione per il rinnovo del direttivo della sezione locale dell’AVIS.

Le votazioni si sono svolte in parte online, per chi aveva richiesto via mail il link, e in parte con la semplice consegna della scheda presso la sede di piazza Borelli 7. Hanno partecipato alla votazione online 72 persone mentre hanno consegnato le schede 40 persone per un totale di voti validi pari a 112.

I voti, 7 massimi per ogni scheda per il rinnovo del direttivo, uno per il rinnovo del collegio dei revisori, sono così ripartiti.

Candidati al consiglio direttivo

  • Bellone Carlo: 62 voti
  • Borio Massimo: 53 voti
  • Cavallo Marco: 24 voti
  • Dutto Claudia: 20 voti
  • Dutto Daniele: 88 voti
  • Dutto Fabio Secondo: 63 voti
  • Dutto Graziano: 79 voti
  • Giordano Celestino: 8 voti
  • Giordano Piera Gabriella: 58 voti
  • Giubergia Matteo: 49 voti
  • Giuliano Federica: 57 voti
  • Miraglio Marina: 14 voti
  • Mondino Luigino: 37 voti
  • Oggero Fabrizio: 16 voti
  • Pellegrino Michelino: 24 voti
  • Viada Annalisa: 48 voti

Revisori dei conti

  • Cerato Maria Maddalena: 31 voti
  • Dalmasso Franco: 13 voti
  • Pellegrino Armando: 50 voti
  • Rinaudo Costanzo: 12 voti

Appena sarà possibile verranno convocati gli eletti (i primi undici) e sarà eletto il presidente, i due vicepresidenti, il segretario, consiglieri e delegati frazionali.

“Ringrazio tutti coloro che hanno partecipato alle votazione, significa che la nostra sezione è viva e attiva. L’ingresso nel direttivo di persone giovani è un segnale di rinnovamento che auspicavamo” dichiara il presidente uscente Graziano Dutto.

Durante la donazione collettiva di sabato 17 aprile presso l’ospedale di comunità di Boves ha donato anche il socio Emanuele Becchis, campione mondiale di skiroll che dichiara: “Era un po’ di anni che non donavo, oggi è stato un bel ritorno soprattutto sapendo di essere d’aiuto al prossimo”.

>>>>>>>>>>>>>>>>>

News dal Csv

<<<<<<<<<<<<<<<<<