Scadenza: 31 marzo 2022
Bando generale 2022 di Fondazione Cr Saluzzo – Possono beneficiare dei contributi della Fondazione Cassa di risparmio di Saluzzo gli Enti, pubblici e privati senza fini di lucro aventi natura di ente non commerciale, il cui scopo sia riconducibile ad uno dei settori di intervento della FONDAZIONE, nonché le imprese strumentali, come definite dall’art. 1, c. 1, lettera h) del d. lgs. 153/99 e le cooperative sociali di cui alla L. 381/91 e s m i, le imprese sociali, le cooperative che operano nel settore dello spettacolo, dell’informazione e del tempo libero ex art. 3, c. 2 del d. lgs. 153/99. Gli enti privati debbono essere normalmente costituiti per atto pubblico o registrato o per scrittura privata autenticata; è in facoltà della Fondazione accogliere domande provenienti da associazioni, comitati, enti costituiti in assenza delle suddette formalità, qualora i fini perseguiti e l’attività svolta siano ritenuti rilevanti.

Non sono ammesse richieste provenienti da persone fisiche, partiti o movimenti politici, organizzazioni sindacali, forze armate, nonché soggetti che mirino a limitare la libertà e la dignità dei cittadini, a promuovere forme di discriminazione o che comunque perseguano finalità incompatibili con quelle della Fondazione.

Ove il soggetto richiedente operi attraverso più sedi, settori, uffici, la richiesta deve comunque fare riferimento all’organo centrale (es. Scuola Primaria di … domanda presentata da Istituto Comprensivo; settori vari dell’ASL, domanda presentata da Direzione Generale ASL).

Valutazione dei progetti e delibera delle richieste

Il Consiglio di Amministrazione istruirà le richieste pervenute, con l’ausilio della Segreteria, solo dopo la data di chiusura del bando (per il 2022 dopo il 31 marzo).

Alla fase istruttoria seguirà, a partire dal mese di maggio, la fase deliberativa che si concluderà entro il 31 dicembre 2022. In caso di mancata delibera, la richiesta sarà da considerare non approvata per l’esercizio 2022 e potrà comunque essere riproposta con il Bando 2023.

Sulla base della normativa di settore e delle indicazioni del Documento Programmatico Previsionale, la valutazione dei PROGETTI PROPOSTI, nell’ambito dei settori di cui al Bando generale, terrà conto dei seguenti criteri:

bisogni/problemi affrontati;
realizzabilità e platea dei soggetti coinvolti;
sostenibilità economica e valutazione rapporto costi/benefici, tramite l’analisi del quadro finanziario indicato nella richiesta;
la presenza di soggetti partner e co-finanziatori;
grado di incidenza sul territorio saluzzese;
priorità a programmi/interventi per progetti già avviati negli esercizi precedenti e in fase di prosecuzione.

Dai suddetti criteri consegue che:

gli interventi in relazione a richieste di generiche per attività istituzionali/associative saranno presi in considerazione solo per situazioni (ampiamente giustificate) di temporanea impossibilità dell’Ente richiedente alla realizzazione di progetti;
non saranno presi in considerazione progetti relativi ad eventi/manifestazioni che coinvolgano categorie ristrette di soggetti;
i progetti delocalizzati rispetto al territorio saluzzese saranno presi in considerazione solo per richieste di particolare rilievo o rivenienti da iniziative in pool a livello associativo regionale (Associazione Fondazioni di origine bancaria del Piemonte) o nazionale (ACRI), in particolare per quanto riguarda la cooperazione internazionale;

Potranno essere prese in considerazione richieste per progetti di associazioni del territorio saluzzese operanti nei paesi in via di sviluppo.

Per la valutazione di progetti complessi o di ampia portata o richiedenti particolari competenze tecniche, il Consiglio di Amministrazione potrà avvalersi anche di consulenti esterni, riservandosi la richiesta di ulteriore documentazione.

Modalità di erogazione / rendicontazione

I soggetti richiedenti riceveranno una conferma dell’esito positivo all’indirizzo e-mail comunicato tramite la procedura online.

Condizione imprescindibile per l’erogazione del contributo deliberato è la dichiarazione circa l’eventuale assoggettabilità a ritenuta d’acconto IRES, che il soggetto beneficiario dovrà confermare, tramite la procedura online, al ricevimento della suddetta comunicazione di esito positivo.

In qualsiasi momento la Fondazione ha facoltà di assumere informazioni sulla realizzazione del progetto e, in caso accertato di irregolarità, l’erogazione del contributo può essere sospesa o revocata.

A conclusione del progetto/attività e comunque non oltre la scadenza del 15 aprile 2023, i soggetti richiedenti, fruitori di contribuzioni pari o superiori ad € 5.000, sono tenuti a fornire una sintetica relazione, opportunamente documentata, relativa all’utilizzo della somma erogata. La relazione e gli eventuali allegati dovranno essere trasmessi tramite la procedura online.

La Segreteria della Fondazione (tel. 0175291445 – 3341558928) è a disposizione per chiarimenti in ordine al bando ed alle relative procedure per l’accesso ai contributi.

Il regolamento per l’attività erogativa è consultabile sul sito istituzionale www.fondazionesaluzzo.it alla voce del menù di navigazione “LA FONDAZIONE – REGOLAMENTI”.

Istruzioni caricamento richiesta contributo

Iscrizione

Per presentare una domanda di contributo occorre innanzitutto registrarsi sul sito. Procedi tramite il link che puoi trovare sulla pagina.

Accreditamento ente

L’accreditamento è un passaggio preliminare indispensabile per procedere con la presentazione di una richiesta di contributo.

L’accreditamento viene accettato previa verifica dei requisiti da parte degli uffici della Fondazione.

Dopo la registrazione dell’Ente occorre inserire della documentazione necessaria per la fase di accreditamento.

La documentazione suddetta si compone di:

– Stututo o Atto Costitutivo

– Copia dell’ultimo bilancio approvato (se disponibile)

– Documenti Identità (carta identità e codice fiscale) del Legale Rappresentante

Senza questi documenti non si potrà procedere all’Accreditamento e l’ente non potrà completare le Richieste di Contributo.

Per caricare i documenti dopo l’accesso all’area utente cliccare su Dati Anagrafici e successivamente sulla scheda Documenti Obbligatori e seguire le istruzioni.

Per l’Accreditamento, inoltre è necessario scaricare ed accettare L’informativa Privacy e le Norme Operative. Questi 2 documenti sono presenti sempre nella scheda Dati Anagrafici.

Inserimento richiesta di contributo

Dopo la registrazione, l’Ente, accedendo con le credenziali ricevute via email, può inserire una richiesta di contributo.

Nella scheda di inserimento occorre dettagliare i vari punti della richiesta.

La richiesta rimane in bozza e potrà essere modificata e completata anche in momenti successivi.

Per permettere alla Fondazione di valutare la richiesta occorre Completarla.

La fase di Completamento non è abilitata fintanto che l’Ente non sarà Accreditato.

Completamento richiesta di contributo

Dopo il completamento la richiesta verrà valutata dalla Fondazione che potrà richiedere ulteriori dati e documenti per la fase Istruttoria.

Una richiesta Completata non può essere più modificata.

Fasi richiesta di contributo

Le Fasi di avanzamento di una richiesta sono:

Bozza

Completata

Istruita

Deliberata / Respinta

Erogata

torna all'elenco bandi e finanziamenti
>>>>>>>>>>>>>>>>>
iscriviti alla newsletter

Ultimi bandi e finanziamenti

una mano a chi sostiene

Scadenza: 31 dicembre 2022. “Una mano a chi sostiene” è l’iniziativa di solidarietà online di Fondazione Cattolica Verona dedicata agli Enti Non Profit.

Leggi tutto

tutti i bandi e finanziamenti

<<<<<<<<<<<<<<<<<