bando giovani in contatto

La scadenza del bando è stata prorogata al 29 ottobre 2021.

Bando Giovani in contatto di Fondazione Crc – La Fondazione Crc attraverso il bando Giovani in contatto, all’interno della sfida +Comunità, intende valorizzare il protagonismo giovanile nelle comunità locali, investendo sui giovani, cittadini di domani. Il bando è diviso in due linee di intervento: linea 1 rivolta agli Enti locali (Comuni) quali capofila in partenariato obbligatorio con almeno un soggetto del Terzo settore; linea 2 rivolta alle Diocesi e alle Parrocchie. I progetti dovranno avere una durata biennale e prevedere l’avvio nell’autunno 2021.

Il Bando Giovani in Contatto intende sostenere:

La diffusione e l’aumento di consapevolezza nella cittadinanza sulle conseguenze psicologiche che il distanziamento imposto per ragioni sanitarie ha avuto sui giovani, preadolescenti e adolescenti.
La necessità di valorizzare i giovani attraverso la promozione di strategie volte a favorire il protagonismo giovanile quale primo strumento di prevenzione e cura nel senso più ampio del termine creando opportunità di socializzazione nel mondo reale.
L’importanza di investire sulle persone e sulle relazioni quale elemento primario di benessere.
La diffusione di strategie locali e piani di azione concreti dedicati ai giovani come parte attiva delle comunità.

Budget

Il bando metterà a disposizione complessivamente 715 mila euro per il sostegno di progetti biennali di strategie locali e piani di azione dedicati ai giovani.

Soggetti ammissibili e territorio di riferimento

Il bando si rivolge a tutta la provincia di Cuneo, dando priorità alle quattro aree di tradizionale operatività della Fondazione Crc. In entrambe le linee sono incentivate le aggregazioni tra soggetti diversi che saranno oggetto di criterio premiante in fase di valutazione.
La Fondazione Crc intende valorizzare il protagonismo giovanile nelle comunità locali, investendo sui giovani, cittadini del domani. Nel 2020 la pandemia ha influito sulle relazioni tra i giovani, così come attestato da molti studi che esprimono preoccupazione sulle ricadute psicologiche e sullostato di benessere e di salute dei ragazzi.

Obiettivi del Bando
Obiettivo generale

Il Bando Giovani in Contatto intende sostenere:
• La diffusione e l’aumento di consapevolezza nella cittadinanza sulle conseguenze psicologiche che il distanziamento imposto per ragioni sanitarie ha avuto sui giovani, preadolescenti e adolescenti.

• La necessità di valorizzare i giovani attraverso la promozione di strategie volte a favorire il protagonismo giovanile quale primo strumento di prevenzione e cura nel senso più ampio del termine creando opportunità di socializzazione nel mondo reale.

• L’importanza di investire sulle persone e sulle relazioni quale elemento primario di benessere.

Obiettivo specifico

Il Bando intende promuovere in particolare la diffusione di strategie locali e piani di azione concreti dedicati ai giovani come parte attiva delle comunità.

La Fondazione Crc intende promuovere e sostenere la diffusione di azioni positive rivolte a tutti i giovani del territorio cuneese. Molte sono le iniziative che hanno visto una partecipazione attiva di soggetti diversi del territorio nell’assunzione di responsabilità del mondo adulto come comunità educante e inclusiva dei giovani. Tali iniziative costituiscono un buon punto di partenza per favorire reti e alleanze per attivare azioni specificatamente rivolte ai giovani che dovranno essere orientate a ricostruire nuove relazioni e opportunità.La Fondazione Crc prevede un percorso di supporto, da strutturarsi mediante una serie di incontri di approfondimento sul tema giovani, per favorire una conoscenza del cambiamento che stiamo vivendo, lo scambio di buone prassi e la costruzione di strategie comuni per rafforzare i territori. Ciascun progetto beneficiario di contributi dovrà infatti obbligatoriamente partecipare al percorso per l’intera durata delle iniziative. Il bando metterà a disposizione complessivamente 715.000,00 euro per il sostegno di progetti biennali di strategie locali e piani di azione dedicati ai giovani.

Il bando Giovani in contatto è composto da due linee di intervento:

Linea 1: rivolta agli Enti locali (Comuni) quali capofila in partenariato obbligatorio conalmeno un soggetto del terzo settore. Viene richiesto agli Enti locali, titolari delle politiche giovanili, di promuovere un coordinamento tra soggetti pubblici e privati, incentivando lo strumento della co – progettazione, volto a definire strategie locali per i giovani che prevedano:

• governance della strategia in capo all’Ente locale;

• azioni, opportunità concrete che valorizzino la relazione attraverso il fare nel rispetto delle normative vigenti e comunque sempre nella massima condizione di sicurezza;

• organizzazione di almeno un’iniziativa

  • evento pubblico aperto a tutti di partecipazione e cittadinanza, realizzato dai giovani entro la fine del progetto. Si potrà richiedere un contributo massimo di 70.000,00 euro con un cofinanziamento obbligatorio del 20% . Rispetto al contributo richiesto, a titolo esemplificativo e non esaustivo, sono ammissibili:-spese di governance e coordinamento.

– spese per la realizzazione di attività, laboratori, iniziative di cittadinanza e partecipazione, valorizzazione delle esperienze di alternanza scuola lavoro, suddivise per ogni target specifico.

– spese per almeno un’iniziativa

-evento pubblico aperto a tutti di partecipazione e cittadinanza, realizzato dai giovani entro la fine del progetto.

– spese per Dpi: tamponi, ovvero quanto necessario per garantire la sicurezza sanitaria fino ad un massimo di 5.000 euro per il biennio.Non saranno riconosciute spese riconducibili esclusivamente alle attività di doposcuola.

Linea 2: rivolta alle Diocesi e alle Parrocchie. La realtà provinciale cuneese è molto ricca di oratori, gruppi giovanili informali, attività quali estate ragazzi, campi scuola, summer camp, che costituiscono una risorsa importante di crescita e confronto tra pari e la comunità quale capitale da valorizzare.

La linea 2 intende contribuire alla riattivazione di percorsi e luoghi dedicati ai giovani, partendo dalla necessità di attivare opportunità concrete attraverso le quali riattivare relazioni, contatti e benessere tra i ragazzi. Viene richiesto alle Diocesi e alle Parrocchie di definire strategie di comunitàper i giovani che prevedano:
• attivazione di giovani delle comunità locali quali animatori dedicati alla riattivazione di spazi e iniziative per i ragazzi. I giovani devono avere un ruolo attivo come protagonisti dell’animazione locale.

• apertura di spazi e riattivazione di occasioni di socializzazione concrete attraverso ad esempio, oratori, campeggi, iniziative settimanali nel rispetto delle normative vigenti e comunque sempre nella massima condizione di sicurezza.

• realizzazione di almeno un’iniziativa-evento pubblico aperto a tutti di partecipazione e cittadinanza, realizzato dai giovani entro la fine del progetto. Si potrà richiedere un contributo massimo di 60.000 euro Il cofinanziamento non è obbligatorio ma verrà valorizzato, se presente, in sede di valutazione.

Rispetto al contributo richiesto, a titolo esemplificativo e non esaustivo, sono ammissibili:

– spese dirette per l’inquadramento e coinvolgimento dei giovani quali animatori, coordinatori e collaboratori al fine di incentivare la sostenibilità e continuità nel tempo delle iniziative.

– spese per la realizzazione di attività, laboratori, iniziative di cittadinanza e partecipazione, suddivise per ogni target specifico.

– spese per almeno un’iniziativa-evento pubblico aperto a tutti di partecipazione e cittadinanza, realizzato dai giovani entro la fine del progetto.

– spese per DPI: tamponi, ovvero quanto necessario per garantire la sicurezza sanitaria fino ad un massimo di 5.000 euro per il biennio.

La domanda dovrà essere presentata esclusivamente in formato elettronico mediante procedura Rol attivata appositamente sul sito internet della Fondazione Crc (www.fondazionecrc.it ) entro e non oltre il 30 settembre 2021. I documenti indispensabili da allegare alla richiesta sono specificati sul modulo online. Il modulo stampato e firmato dovrà essere caricato in pdf nell’apposita procedura online, sempre entro la scadenza del 30 settembre 2021 pena l’annullamento della domanda. La delibera dei contributi è prevista nel mese di novembre 2021, con conseguente pubblicazione sul sito www.fondazionecrc.it e comunicazione scritta a tutti coloro che abbiano inoltrato una candidatura. Non saranno ammessi dalla Fondazione Crc ricorsi e reclami rispetto alle decisioni assunte.

torna all'elenco bandi e finanziamenti
>>>>>>>>>>>>>>>>>
iscriviti alla newsletter

Ultimi bandi e finanziamenti

premio cese per la società civile 2022

Scadenza: 31 luglio 2022. Il Premio Cese per la Società Civile 2022 del Cese viene assegnato annualmente per ricompensare e incoraggiare le iniziative di organizzazioni della società civile o di privati cittadini che abbiano contribuito in misura considerevole a promuovere l’identità e l’integrazione europee.

Leggi tutto

vivomeglio 2022

Scadenza: 29 luglio 2022. Bando Vivomeglio della Fondazione Crt dedicato allo sviluppo, alla qualificazione e all’innovazione di iniziative finalizzate al miglioramento della qualità della vita e al benessere della persona con disabilità.

Leggi tutto

LEGGIMI 0-6

Scadenza: 30 giugno 2022. Il Bando “Leggimi 0-6” del Centro per il libro e la lettura è rivolto alle organizzazioni senza scopo di lucro per finanziare progetti di promozione della lettura nella Prima Infanzia (fascia di età 0-6 anni).

Leggi tutto

tutti i bandi e finanziamenti

iscriviti alla newsletter
<<<<<<<<<<<<<<<<<